Risollevare il seno senza cicatrici?

La risposta è mastopessi multiplane

Spesso le donne sono insoddisfatte del proprio seno, soprattutto quando, a seguito di numerosi fattori o eventi nel corso degli anni, il decolletè si modifica perdendo conformazione originaria, tonicità e pienezza.
Si parla di ptosi mammaria, il manifestarsi di un seno cadente, dovuto ad una componente adiposa o ghiandolare, ad invecchiamento cutaneo, caratteristiche della pelle, menopausa, gravidanza e allattamento, o ancora dimagrimenti repentini e drastici.
Per risollevare un seno cadente, l’ultima novità nel campo della mastoplastica additiva è la mastopessi, anche nota come lifting del seno, che può prevedere o meno l’inserimento di protesi mammarie.

Questo tipo di intervento è indicato per seni rilassati e svuotati, che però non siano troppo abbondanti, perché in quel caso, la forza di gravità rischierebbe di compromettere il risultato dell’operazione.

Azione della mastopessi

Non è certo un caso che si parli di lifting: attraverso la mastopessi, è possibile rimodellare i tessuti propri del seno per riempire la parte superiore e correggerne la forma, rassodando tessuti e struttura (mastopessi ad autoprotesi). A questo, si può anche abbinare l’inserimento di protesi esterne per fornire maggiore volume, o ancora la correzione chirurgica di eventuali asimmetrie di mammelle o capezzoli.

Mastopessi senza cicatrici

Nei casi in cui vi sia un rilassamento minimo, è possibile risollevare il seno di 2-3 cm senza lasciare cicatrici, grazie alla tecnica multiplane. La sua particolarità sta nell’inserimento di punti interni che non creano cicatrici visibili, se non quella del sottile taglio effettuato nella parte bassa del seno, che serve per l’inserimento delle protesi.
Già nella tecnica dual plane, il muscolo serviva per coprire la parte superiore della protesi, così da nasconderne il bordo superiore e ottenere un risultato naturale. Con la multiplane, il muscolo funge anche da sostegno per tenere il seno sollevato.
Per rilassamenti maggiori, le cicatrici necessarie saranno comunque nascoste nel bordo dell’areola o nella parte inferiore del seno (verticale o a t rovesciata).

Il lifting del seno è un intervento poco doloroso, richiede tempi di recupero brevi, dura circa due ore e può essere eseguito in ogni momento dell’anno.

Nelle 48 ore successive all’intervento sarà necessario rimanere a riposo, e potrebbe apparire del gonfiore intorno alla zona trattata. A partire dal terzo giorno, si potrà riprendere la vita quotidiana, evitando però sforzi e attività faticose. Dopo 10 giorni dall’operazione, sarà possibile riprendere anche l’attività lavorativa.
Il risultato della mastopessi, se effettuata da mani esperte, è ottimo e decisamente duraturo. Ma dobbiamo considerare che, con il tempo, i tessuti saranno condizionati dalle abitudini di vita della persona, dal naturale invecchiamento cutaneo e dall’inevitabile effetto della gravità. Anche per questo motivo è consigliabile mantenere uno stile di vita sano, un’alimentazione corretta e una buona forma fisica.

Da The Clinic sappiamo quanto valgono la salute e la soddisfazione dei nostri pazienti, ed è per questo che siamo tecnologicamente all’avanguardia e ci avvaliamo di collaborazioni con chirurghi esperti e specializzati, al servizio del paziente e della sua bellezza.

Articoli consigliati

Lascia un tuo commento I campo obbligatori sono contrassegnati da *

Gli specialisti a Milano in chirurgia plastica, medicina estetica e laser terapia. A soli due passi dal Duomo, in una location esclusiva, l'affidabilità e la professionalità dei migliori del settore, al tuo servizio. Il Dottor Spano e la Dott.ssa Buscarini, specialisti in chirurgia estetica di fama internazionale, ti aspettano con il loro team per trasformare ogni tuo desiderio in realtà!